Diritti umani: parliamo di diritto di accesso all'acqua pulita e di spose bambine

Dal 26 al 28 aprile OXFAM sarà al Villaggio per la Terra per parlare del fenomeno delle spose bambine in Yemen e per presentare la campagna “Dona acqua, salva una vita”


Nei paesi del sud del mondo, le donne sono le principali vittime della violenza e della fame. Rispetto agli uomini hanno minori risorse, minori diritti, minori opportunità e quando si verifica un’emergenza, sono anche le prime vittime.

OXFAM sarà al Villaggio venerdì 26 dalle 9:00 alle 17:00, sabato 27 e domenica 28, dalle 10:00 alle 17:30, per parlare del suo impegno a garantire i diritti delle donne. L'associazione ha lanciato un appello a fronte di una vera e propria catastrofe umanitaria: in Yemen ci sono quasi 10 milioni di persone sull’orlo della carestia, e le prime a farne le spese sono le bambine. Tante famiglie stremate, rimaste senza cibo e senza una casa, arrivano al punto di dare in matrimonio figlie anche piccolissime, per poter comprare cibo e salvare il resto della famiglia. Una pratica, quella dei matrimoni precoci, che seppur per lungo tempo è stata abituale in Yemen, adesso sta raggiungendo, nell’indifferenza del mondo, proporzioni e modalità scioccanti.

Altro progetto di OXFAM è la campagna “Dona acqua, salva una vita” che sarà presentata al Villaggio il 27 e il 28. Con questa campagna, la no profit vuole procurare accesso all’acqua e ai servizi igienico sanitari a chi attualmente non ne può godere. Le risorse raccolte saranno impegnate per raggiungere oltre 160 mila persone in emergenza, con progetti volti nelle comunità più vulnerabili in Siria, in Sudan e in Sri Lanka, e per promuovere il pieno godimento di questi diritti in un’ottica di lotta alla disuguaglianza di genere e di accesso ai servizi in Medio Oriente (Giordania, Territori Palestinesi Occupati, Yemen, Iraq).

Consulta il programma sul sito http://www.villaggioperlaterra.it/programma

Foto OXFAM