L’oasi di Pasolini raccontata al Villaggio

La LIPU racconta il suo progetto di recupero naturalistico delle dune di Ostia


L’airone rosso, il tuffetto, la schiribilla, sono tra le circa 200 specie di uccelli che sono tornate a popolare le dune litoranee di Ostia precedentemente degradate a discarica a cielo aperto. Tutto grazie ad un progetto della LIPU: il Centro Habitat Mediterraneo.

Si tratta della perfetta riuscita di un’azione di bonifica, con la ricostruzione di uno stagno costiero che svolge tra l’altro una fondamentale funzione di mitigazione e compensazione ambientale. Dopo una difficile battaglia della LIPU di Ostia negli anni '90, il CHM è stato finalmente integrato dalla pubblica amministrazione al nuovo Porto Turistico di Roma.

Il Centro si trova vicino alla foce del Tevere, nei pressi dell'Idroscalo di Ostia. Un’area, prima spoglia, ed oggi caratterizzata da una lussureggiante vegetazione acquatica, ripariale e di macchia, che ha dato nuova vita al luogo che fu tragico teatro della morte di Pier Paolo Pasolini. Sul posto oggi c'è un bellissimo parco letterario a lui dedicato.

Alessandro Polinori, Consigliere Nazionale LIPU e responsabile del CHM, porterà questa bella storia al Villaggio nella giornata del Festival Educazione alla Sostenibilità con la presenza di studenti di ogni ordine e grado: un esempio di come si possano restituire territori alla Natura, anche a ridosso dei centri abitati, grazie all'iniziativa dei cittadini e delle comunità locali.

L'appuntamento è al Talk PEOPLE – DI CHI è LA TERRA? il 29 aprile dalle 15:00 alle 16:30.

Foto: Marco De Silvi (dal sito www.lipu.it)