PRESENTAZIONE DEL LABORATORIO: "E SE LA PRINCIPESSA NON VOLESSE ESSERE SALVATA?" - LABORATORIO SULLA PARITÀ DI GENERE PER BAMBINI

Dott.ssa Cristina Buonaugurio


28 Aprile 2019 ore 11:00 - 13:00
Piazza 5

E se la principessa non volesse essere salvata?

Destinatari: bambini dai 6-7 anni ai 13 anni

Durata: 45-60 minuti

Obiettivo: aiutare a riflettere sulle differenze tra maschi e femmine e sul pari valore che li caratterizza, nonché sugli stereotipi nascosti dietro le fiabe più classiche, per dar vita a nuove storie.

  1. Chiedere ai bambini quali sono le differenze tra i maschi e le femmine e aiutarli a cogliere quelle che non hanno individuato da soli.
  2. Spiegare ai bambini come queste differenze non significhino che i maschi e le femmine hanno un diverso valore. Farli riflettere su come le differenze rendono complementari e non significano che uno sia migliore dell’altro.
  3. Riassumere insieme le fiabe classiche per evidenziare gli stereotipi sulle donne e far riflettere su se e quanto tali pregiudizi e stereotipi siano veri.
  4. Far scegliere ai bimbini quale fiaba desiderino riscrivere (possono anche decidere di inventarne una ex novo).
  5. Dividere i bambini in 2/3 gruppi così che possano lavorare alla creazione della nuova fiaba. (NB: Far attenzione che non mostrino pregiudizi contro gli uomini)
  6. Leggere le fiabe e sottolineare gli aspetti innovativi che emergono.

******************************

Destinatari: ragazzi dai 14 ai 18 anni

Durata: 45-60 minuti

Obiettivo: riconoscere le differenze e le peculiarità di uomini e donne e riflettere sugli stereotipi che i mass media divulgano sulle donne, per renderli capaci di leggere in maniera critica i messaggi veicolati.

  1. Gioco Le 5 parole: il gruppo grande è diviso in due sottogruppi, uno dei quali ha il compito di individuare le caratteristiche delle donne e ciò che le differenzia dagli uomini, mentre l’altro deve indicare le caratteristiche degli uomini e ciò che li differenzia dalle donne.
  2. Si riflette insieme sulle parole trovate per descrivere gli uomini e le donne. Sarà evidenziato come queste differenze non siano assolute e come spesso sia caratteristiche femminili sia caratteristiche maschili siano presenti in una stessa persona (e come ciò sia normale). Inoltre si evidenzierà come nella diversità, il valore è lo stesso e i diritti identici.
  3. Visione di una sintesi del documentario Il corpo delle donne e discussione sull’immagine del corpo delle donne e degli uomini usata in tv e quella della vita reale. Far emergere le sensazioni provocate dal video.
  4. Attraverso l’esempio di giornali o programmi televisivi, riflettere su come sono presentati uomini e donne in termini di capacità personali e ruoli sociali e chiedere se ci si riconosce in quei modelli.
  5. Per allenare lo spirito critico ed imparare a decifrare i messaggi ingannevoli dei mass media si usano varie riviste per vedere sia nella pubblicità che negli articoli come sono presentati uomini e donne

Il laboratorio sarà tenuto dalla Dott.ssa Cristina Buonaugurio, Dott.ssa Cristina Buonaugurio, Psicologa Psicoterapeuta, Analista Transazionale