Rossi Albertini: economia circolare è la nuova sfida UE

Il fisico e ricercatore CNR interviene al Villaggio spiega i vantaggi di un investimento sulla sostenibilità


Il 24 aprile al Villaggio per la Terra il Festival dell'Economia circolare ha proposto due focus con grandi esperti del settore per evidenziare le potenzialità del settore e mostrare come l'approccio "circolare" sia ormai l'unico possibile, a meno di non mettere in discussione la sostenibilità del processo produttivo.

Tra i protagonisti Valerio Rossi Albertini, fisico e ricercatore del Consiglio nazionale delle Ricerche: "L'economia circolare non è un concetto nuovo ma è un concetto che si sta affermando. L'economia circolare, la nuova sfida della UE; il vantaggio non è soltanto per l'ambiente, che pure è importante, basta guardare quanta plastica sia finita nei nostri mari e nei nostri laghi oltre a tutti gli altri prodotti inquinanti, ma è anche economico, dal momento che le risorse sono limitate e l'aumento dei consumi porta ad un aumento del prezzo."


Per Rossi Albertini la chiave del rilancio economico sta proprio nello scommettere sulla sostenibilità. Riciclare una risorsa che può essere rigenerata è un vantaggio economico per tutti: industria, produttori e consumatori. "E' evidente che se il costo della materia prima si abbassasse, anche il costo del prodotto sarebbe più basso e tutti quanti ne gioveremmo"

Una sfida che, se vinta, avrebbe solo vincitori enessun perdente; ne gioverebbero infatti l'ambiente, la salute e le nostre tasche, visro che l'economia circolare è quella che oggi e in prospettiva genera nuove opportunità commerciali e crea nuovi posti di lavoro.