Festival dell'Educazione Ambientale

Scuola, impresa e società civile a confronto nella sfida educativa per salvare il Pianeta.

Le giovani generazioni avranno un domani l'arduo compito custodire il Pianeta e dovranno farlo meglio di chi le ha precedute.

Per questo Earth Day Italia in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente ha portato al Villaggio gli Stati Generali dell'Educazione Ambientale, in continuità con l'esperienza che il precedente 23 novembre aveva portato i ministri del MATTM e del MIUR alla sottoscrizione congiunta della Carta sull’Educazione Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile.


“Educazione ambientale in festival” ha rappresentato  una grande occasione di sensibilizzazione ambientale in cui i ragazzi hanno potuto apprezzare delle lezioni divertenti, ma di grande contenuto su argomenti come lo spreco alimentare, i cambiamenti climatici, la rivoluzione energetica e nuovi stili di vita eco-sostenibili.

Gli studenti sono stati inoltre protagonisti degli Stati generali dell’Ambiente dei giovani redigendo un documento presentato ai grandi della Terra in occasione del G7 Ambiente di Bologna.
I più piccoli sono stati invece coinvolti con il contest #IoCiTengo “Trasformiamo il deserto in foresta!” presentando progetti, lavori artistici e reportage che sono stati premiati nella giornata di apertura del Villaggio. Presenti inoltre al Villaggio tante attività didattiche, dal Planetario ai laboratori dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dei Carabinieri Forestali.


Infine il Villaggio è stata l'occasione per celebrare il 30° anniversario di Erasmus, il programma per la mobilità studentesca dell'Unione Europea, tornando sul luogo dove, nell'edizione 2016 del Villaggio erano stati piantumati 13 lecci in memoria delle 13 studentesse Erasmus morte in spagna il 20 marzo a causa di un incidente stradale.

 

Galleria fotografica